Yen e titoli bancari, perchè investire oggi su questi settori?

Il tasso di cambio Euro e Dollaro, che in settimana aveva raggiunto e superato un range di 1,19, registra in questa nuova sessione del 31 agosto 2017 dei primi ribassi. Inoltre, si continua a registrare una interessante crescita da parte dello Yen negli scambi con Euro e Dollaro Americano. Confermati, anche andamenti positivi da parte dei principali titoli bancari su Piazza Affari come Unicredit, Intesa e Banca Generali, oltre che di titoli non bancari come Ferragamo ed Eni.

Primi ribassi registrati da Euro e Dollaro sul mercato forex

Il nuovo record sul mercato forex per Euro e Dollaro di un range superiore a 1,19, è stato tra i risultati più importanti registrati in questa settimana e con buone opportunità di investimento che chi ha seguito questa tipologia di asset. Ad oggi 31 agosto 2017, tuttavia, si registrano dei primi ribassi del tasso di cambio con valori di 1,1881.

Possiamo notare, come il ribasso sia comunque abbastanza contenuto e ancora vicino al range di 1,19, consigliando una ulteriore analisi grafica per eventuali investimenti.

L’attenzione, dovrà essere anche nei confronti dei principali dati macro previsti nella attuale sessione, che prevede tra le notizie più importanti e a media rilevanza:

  • Pubblicazione dei dati sul tasso di disoccupazione in Germania nella mattinata.
  • Risultati dell’indice dei prezzi al consumo al consumo europeo sempre con pubblicazione nella mattinata.
  • I dati sulle richieste dei sussidi di disoccupazione americana nel primo pomeriggio.

Eventi, a tutto tondo e che abbracciano le principali valute. Di conseguenza, sarà importante averne piena visione per valutare ad oggi un investimento sul mercato forex.

Lo Yen continua a registrare un trend in crescita sul mercato forex

Continuando le analisi sul profilo forex, è da sottolineare che ad oggi 31 agosto 2017, si presentano comunque diversi risultati importanti da valutare per continuare ad investire online in tale ambito. Lo Yen, ad esempio, presenta ancora un interessante range positivo da poter valutare per investimenti alternativi ad Euro e Dollaro. La Sterlina, invece, è al momento in lieve ribasso su un range di 1,2918. Per queste importanti valute, è quindi opportuno concentrarsi sull’analisi grafica e con supporti dei migliori broker adeguati ai nuovi regolamenti Cysec per proteggere il trader per puntare ad ottenere i massimi risultati.yen trading

Anche il calendario economico, gioca un ruolo importantissimo per tali analisi, considerando che ad oggi si prevede la pubblicazione dei dati sulla produzione industriale Giapponese. I risultati, ad oggi già noti, presentano un lieve ribasso rispetto alle precedenti pubblicazioni. Domani 01 settembre 2017, inoltre, saranno pubblicati anche i valori sulle spese per gli investimenti, il che è considerato in calendario economico come evento a media rilevanza sullo Yen.

Trend ancora positivi sui principali titoli bancari di Piazza Affari

La sessione di oggi 31 agosto 2017, presenta importanti conferme anche sul fronte azionario, con trend ancora in salita soprattutto nel settore bancario su:

  • Unicredit. In mattinata i valori positivi sono su 17,1575. Il titolo, conferma un andamento stabile anche rispetto alle principali quotazioni della settimana.
  • Intesa. 2,8286 è il valore positivo che si registra in questi primi minuti di apertura su Piazza Affari. Stabile, anche il trend settimanale del titolo bancario.
  • Banca Generali. Valori crescenti su range di 27,882 anche per il titolo citato, che si conferma al pari degli altri titoli bancari con andamenti molto interessanti per investire in tale ambito.

Le prime aperture di Piazza Affari, tuttavia, non si fermano al trend positivo dei titoli bancario e registrano in questi minuti trend interessanti anche su titoli come Ferragamo (valori in crescita su 24,265) e su Eni (valori anche in questo caso in crescita e su 13,2029). Da monitorare ad oggi, in quanto i primi dati sono in lieve ribasso, titoli importanti sul fronte italiano come Campari, De’ Longhi e Mediaset.

plus500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*