Euro e Dollaro tra gli asset più volatili online. Petrolio, vicino ai 72 dollari

Sessione decisiva per il petrolio su valori molto volatili e vicini ai 72 dollari. Tra i risultati di oggi più importanti nel settore delle materie prime da analizzare online. Importanti risultati, anche sul forex con volatilità registrate soprattutto su Euro e Dollaro ovvero tra le principali protagoniste degli eventi principali previsti in questa settimana su un calendario economico. Molto volatili, invece, i range registrati in questa sessione mattutina su criptovalute e azionario.

Il petrolio riuscirà a superare nuovamente il range di 72 dollari?

La settimana del petrolio è iniziata con una buona partenza positiva con valori di 71,74 che nella tarda serata hanno raggiunto anche valori oltre i 72.64 dollari.

Ad oggi 23 maggio 2018, il petrolio continua a registrare risultati molto volatili e ancora interessanti per un investimento sul settore delle materie prime.

Analisi grafiche, sono l’ideale per seguire attentamente questo nuovo range di prezzi e inserire un nuovo ordine online.

Tra i migliori broker con i suddetti supporti grafici? eToro con timeframe di varie portate per misurare anche nel breve termine le ultime variazioni di prezzo e un servizio che è da sempre al top sul broker come il social trading.

Si tratta, infatti, di un utile sistema per interagire con gli altri utenti e conoscere le migliori strategie di trading e investimenti del momento.

Dalle materie prime al forex, ecco i principali risultati della sessione del 23 maggio 2018

Il petrolio è senza dubbio tra le migliori materie prime. Non sono da meno, anche altri interessanti asset del settore come Argento su valori stabili di 16.501 e Cotone.

euro e dollaro
Euro e dollaro tra le valute forex più volatili di questa sessione online

Quest’ultimo, su valori stabili di 87.26 nelle prime sessioni mattutine del 23 maggio 2018. Ad oggi, tra i principali risultati online è  da porre anche una particolare attenzione sul settore del forex. Euro e Dollaro, sono su valori in lieve ribasso di 1.1755 e Sterlina e Dollaro su valori negativi di 1.3395.

Tuttavia, parliamo di piccole variazioni di prezzo, che potrebbero cambiare anche in vista dei vari appuntamenti macro previsti in questa settimana e di cui è consigliabile seguire ogni aspetto su un calendario economico.

Come? Osservando quelli che sono gli eventi ad alta rilevanza sulle principali valute e prime reazioni sul mercato del forex utili per capirne la formazione dei trend e ipotesi di investimento.

Criptovalute e azionario, i dati più importanti della sessione del 23 maggio 2018

L’importanza di una buona analisi grafica, si proietta anche nei confronti del settore delle criptovalute. Molti, gli asset in ribasso e continue variazioni di prezzo da monitorare.

Alla luce dei risultati registrati in questa sessione del 23 maggio 2018, potrebbe essere utile anche una maggiore pratica da parte del trader con un conto demo rispetto a come analizzare graficamente le variazioni di prezzo di un asset e di una formazione online con una guida di trading pratica per principianti.

Tra le variazioni grafiche più rilevanti di oggi, il bitcoin. L’asset è infatti partito su valori di inizio settimana di 8342 dollari e ad oggi, viaggia su valori in ribasso di 7837 dollari. Anche l’Ethereum attraversa un forte ribasso nelle sessioni in corso e con range di 632.50 per la sessione mattutina del 23 maggio 2018.

Completiamo le nostre analisi sul settore azionario e con una apertura da parte di Piazza Affari molto interessante. Da un lato, individuiamo titoli bancari come Unicredit e Intesa con range positivi di 16.568 e 2.810. Dall’altro lato, titoli importanti italiani come Campari e Mediaset con range più stabili di 6.280 e di 3.053.

Anche per questo settore, diventa utile concentrarsi su analisi grafiche nel breve periodo e pratica su un conto demo gratuito per individuare i migliori dati su cui investire sulla piattaforma del proprio broker, oltre che per una buona strategia di differenziazione essendo tra gli ambiti più importanti dell’azionario italiano.

Plus500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*