Hai quest’app? Rimuovila subito: ti prosciuga il conto in banca

Attenzione a cosa scaricate sul vostro telefono: una nuova truffa si sta espandendo a vista d’occhio, alcune app vanno cancellate

È una piaga in continua espansione: i bot che rubano dati sui dispositivi elettronici continuano a crescere a dismisura e le aziende produttrici di smartphone devono lavorare giorno e notte per creare sistemi di sicurezza sempre più all’avanguardia per non farsi sopraffare dalla delinquenza digitale. L’avvertimento di questo nuovo bot era arrivato già un anno fa, nel 2021 ma le problematiche continuano a crescere. Oltre a rubare i propri dati personali, sembra che riesca anche a risalire ai propri dati bancari tramite cookies.

Virus Smartphone
Virus Smartphone (Pixabay)

A quanto pare il problema sembra essere riferito solamente ai dispositivi con Android (ovvero tutti i dispositivi che non sono Apple) per gli altri non ci sono problemi perché sono dotati di altre tipologie di protezioni già dall’uscita di fabbrica. Il Trojan bancario si chiama SharkBot, uno dei più aggressivi dell’ultimo momento. Opererebbe attraverso app che l’utente scarica sul cellulare a insaputa di tutto quello che gli potrebbe accadere. Vediamo allora nel dettaglio quali sono le applicazioni che dovrete subito rimuovere dal vostro smartphone per non cadere nella trappola.

Attenzione al vostro smartphone, le truffe continuano a crescere: adesso il bot prosciuga il conto in banca

Cellulare e malware
Cellulare e malware (Pixabay)

SharkBot adesso riesce ad arrivare anche al conto bancario. Lo annuncia la Threat intellingente di NCC Group che si occupa di cybersecurity. Una nuova versione acquisisce i cookies mente si accede al proprio conto, li registra e ottiene il denaro. In poco tempo ci si ritroverà con il conto svuotato. In particolare sono due le app che mettono a rischio il dispositivo: Mister Phone Cleaner, scaricata da oltre decine di migliaia di persone per cancellare i dati spazzatura e Kylhavy mobile security.

Play store ha già eliminato dalla circolazione queste app ma per coloro che ce le hanno ancora installate sul telefono non può fare niente. È importante, quindi, per limitare le vittime, che tutti coloro che hanno scaricato queste applicazioni le eliminino definitivamente dal proprio smartphone altrimenti potrebbero incappare anche loro nella sadica trappola.