Alex Zanardi, come sta oggi? Gli ultimi aggiornamenti sullo stato di salute del campione: i tifosi sperano

Svolta sul caso Alex Zanardi, il campione era stato travolto da un’altra tragedia, ma arrivano aggiornamenti positivi

Parliamo del campione paralimpico Alex Zanardi. Ben quattro volte medaglia d’oro era stato travolto da un incendio che aveva danneggiato tutto l’impianto fotovoltaico . Un’altra tragica avventura per il campione, perché gli impianti mettevano in moto tutti i macchinari necessari al suo lungo percorso di riabilitazione. Fu costretto a lasciare la sua abitazione di Noventa Padovana proprio a inizio agosto, ormai quasi tre mesi fa.

Alex Zanardi
Alex Zanardi (Instagram)

L’ex pilota 55enne è stato seguito da fisioterapisti, logopedisti e infermieri: un ricovero deciso proprio dopo l’incendio per non far perdere giorni e giorni di riabilitazione al campione di handbike. I tifosi, i fan e tutti coloro che lo seguono da anni sono rimasti molto amareggiati per l’incidente, un altro inciampo nella dura vita dell’atleta paralimpico, ma Alex non si è perso d’animo neanche questa volta.

Rimboccandosi le maniche si è ricoverato per ben due mesi e mezzo, seguendo intensi programmi di riabilitazione, senza piangersi troppo addosso. Grazie a questa grande carica sembrano arrivare aggiornamenti molto positivi: vediamo che cosa raccontano i medici.

Alex Zanardi: la ripresa è in discesa, il peggio è passato, gli aggiornamenti sulla salute del campione

Alex Zanardi
Alex Zanardi (Instagram)

Alex Zanardi è stato ufficialmente dimesso dall’ospedale San Bortolo di Vicenza ed è tornato a casa. Sono passati ben 76 giorni da quando era stato ricoverato in ospedale per via dell’incendio che aveva raso al suolo tutto l’impianto che attivava i macchinari che avrebbero dovuto aiutarlo nella ripartenza. La riabilitazione è continuata senza sosta in ospedale e adesso l’atleta è stato dimesso, libero di tornare a casa.

Una grande notizia per il pubblico di appassionati: Alex può tornare a casa e continuare le terapie direttamente da lì, il peggio è passato e anche l’incubo dell’agosto 2022 si può archiviare come storia vecchia. Non è stato facile gestire la sua presenza in ospedale perché Alex voleva discrezione e privacy, tanto che l’intero staff si occupava di tenere massimo riserbo nella camera ospedaliera blindata, non per favoreggiamento, semplicemente per evitare le continue visite di giornalisti e fan. La dura permanenza è ufficialmente finita, adesso è a casa.