Memo Remigi, nuova batosta: grande dolore del cantante, tutto finisce così

Problemi per Memo Remigi, arriva un’altra batosta per il cantante dopo il caos degli ultimi mesi

Sono ormai due mesi che Memo Remigi, il famoso cantante italiano, è finito nell’occhio del ciclone per via dell’incredibile caduta di stile avuta nel corso di una puntata di “Domani è un altro giorno”, il talk-show condotto da Serena Bortone e in onda ogni pomeriggio dal lunedì al venerdì su Canale 5.

Memo Remigi
Memo Remigi (Ansafoto)

La vera e propria molestia del cantante nei confronti della giovane collega Jessica Morlacchi (una mano a palparle il sedere) gli è costata davvero cara. Se un tempo il gesto sarebbe stato inteso come ‘goliardico’ per fortuna anche la società italiana è andata avanti e ha iniziato a punire certi comportamenti definendoli ‘molestie’.

Serena Bortone e i suoi autori, infatti, hanno giustamente deciso di allontanare Memo Remigi dal programma e successivamente di non nominarlo mai più. Tanto più che l’anziano artista, pur scusandosi pubblicamente con la Morlacchi, ha sempre mostrato di non aver compreso la gravità del suo gesto, definendolo appunto come una sorta di scherzo giustificato dal clima goliardico del programma. Non è però finita qui. Questo atteggiamento che lo ha portato a replicare ancora sulle decisioni prese sul suo conto ha fatto sì che per lui la situazione peggiorasse.

Memo Remigi, la situazione per lui peggiora ancora di più: arriva la batosta

Memo Remigi
Memo Remigi (Ansafoto)

Memo Remigi è letteralmente scomparso anche da “Propaganda Live”, il programma di La7 di cui era protagonista da oltre quattro anni e dove oltre a essere inviato speciale si esibiva in siparietti e gag varie. La rete non ha dato spiegazioni in merito all’essenza di Remigi, ma è facile intuire che questa sia legata a quanto successo su Rai 1. Insomma, Memo è stato penalizzato, le reti non vogliono la sua presenza, è letteralmente scomparso dalla tv.

Neanche il collega di Propaganda Live, ovvero Leonardo Parata, ha speso una sola parola nei confronti di Remo Remigi, facendo finta di nulla esattamente come tutti gli altri. A questo punto viene da chiedersi se sul cantante pesi una sorta di punizione televisiva implicita, un modo per mostrarsi completamente discordi al gesto, per risultare coerenti con certi ideali, o se magari gli autori aspettino che il polverone si plachi per farlo tornare in televisione.

Sul web e sui social, i pareri sono discordanti: se da una parte c’è chi trova il gesto di Memo Remigi – e anche il comportamento avuto successivamente – inqualificabile, c’è anche chi – come per esempio Maurizio Costanzo – invoca il perdono, soprattutto da parte di Serena Bortone. La verità è che la tv tanti anni fa è stata un vero e proprio strumento di insegnamento per gli italiani, poi con l’infotainment della Mediaset portato avanti da Berlusconi negli anni ’80 le cose sono cambiate. Se si pensa alla sua storia, però, è giusto che le reti televisive ammoniscano certi comportamenti: inviare un segnale chiaro e deciso può far sì che la prossima volta che qualcuno è intenzionato a compiere quel gesto, ci pensi prima molte volte.