Volatilità petrolio e analisi principali sul settore delle materie prime

La volatilità del petrolio e l’attuale range sotto i 70 dollari, saranno i principali punti affrontati in questa analisi del 18 ottobre 2018. Analizzeremo anche interessanti risultati registrati nella sessione da parte del Petrolio Brent e delle attuali performance di Oro, Argento, Gas Naturale e Grano.

Volatilità petrolio, ecco l’attuale panorama grafico della penultima sessione della settimana

Un risultato grafico che non può non essere analizzato in modo più approfondito su una delle materie prime più importanti del settore.

Nelle precedenti sessioni, l’asset ci aveva abituato a performance tra le più interessanti e con range che non solo hanno superato i 70 dollari ma che hanno anche raggiunto quota 75 dollari nella sessione del 10 ottobre 2018.

A distanza di una settimana, il panorama grafico sul petrolio è leggermente cambiato e mostra una maggiore volatilità dell’asset.

Ad inizio settimana, ad esempio, il trend registrato è stato di 71.84 dollari mentre nella sessione di metà settimana, il range è arrivato anche su valori di 71.62. In questa sessione del 18 ottobre 2018, il petrolio è su valori di 69,18 dollari.

A prima vista ne notiamo un ribasso rispetto ai valori delle precedenti sessioni. Tuttavia se ci soffermiamo con maggiore attenzione con analisi grafiche nel breve periodo, si nota la presenza di un trend comunque positivo e che potrebbe significare un momento momentaneo sotto i 70 dollari.

Motivo per cui, continuare le analisi grafiche nel corso di questa sessione e dell’ultima della settimana, è importantissimo per definire l’andamento dei prezzi del petrolio e se lo stesso possa ritornare sui vecchi range oltre i 75 dollari registrati appena una settimana fa.

Risultato positivo ad oggi registrato anche sul Petrolio Brent

Restando nell’ambito delle analisi del settore delle materie prime, vi è un altro risultato positivo che vale la pena analizzare con orizzonti temporali bassi sul grafico.

petrolio
Dalla volatilità del petrolio a risultati positivi di un asset più specifico come il Petrolio Brent

Si tratta del Petrolio Brent, con quotazioni in questa sessione mattutina del 18 ottobre 2018 di 80,09 dollari. Tale risultato è confermato da inizio settimana e mostra un trend grafico molto interessante per valutarne ipotesi di investimento.

C’è anche da aggiungere, che parliamo di un asset più specifico rispetto al petrolio. Ciò, impone di scegliere in prima battuta anche i broker che presentino lo stesso nella propria offerta di trading.

Plus500, è tra i broker che si inserisce in questo contesto e con supporti grafici professionali, che ne permettono di seguire gli andamenti nel breve periodo e scegliere il migliore momento in cui investire sul settore delle materie.

Presenta, anche una ampia scelta sugli asset inclusi nella sua offerta di trading oltre il già citato Petrolio Brent per quanto attiene il settore delle materie prime.

Trend più stabili graficamente sui più importanti asset del settore delle materie prime

Completiamo le nostre analisi nel settore delle materie, evidenziando anche i principali andamenti di altri importanti asset del settore come Oro e Argento.

Il primo metallo prezioso, è ad oggi 18 ottobre 2018, su valori in lieve ribasso di 1219.55 dollari, mentre il secondo metallo prezioso è su valori di 14.468 dollari.

In lieve ribasso sul profilo grafico anche il Gas Naturale (con valori di 3.296) e il Palladio (con valori di 1060.70).

Su valori più stabili e importantissimi da analizzare graficamente, il Grano. Quest’ultimo, da valori di inizio settimana di 517 dollari, è ad oggi su valori molto vicini ai 514 dollari.

Ne possiamo notare ancora una volta, l’utilità di eseguire analisi grafiche per evidenziare i vari trend. E scegliere i migliori asset su cui investire dopo attenti studi e confronti anche con i dati di inizio settimana. Altre tecniche per investire sulle materie prime o in generale sui migliori mercati finanziari? Ecco una piccola guida al riguardo: Trading online, guida pratica per principianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*