Nuovo range a 52 per il petrolio. In negativo i primi dati sul forex

Le analisi del 26 settembre 2017 sono soprattutto su due importanti risultati registrati nel settore delle materie prime e del forex. Il petrolio, infatti, è tra i migliori asset del primo settore e utile da valutare in ottica di un investimento. Buon momento delle materie prime, anche sui primi dati della sessione su Argento, Palladio e Gas Naturale. Inoltre, è da osservare i principali dati del mercato forex e di un tasso di cambio Euro e Dollaro in ribasso sotto 1,18 contro uno dei pochi risultati in positivo registrati dal tasso di cambio tra Sterlina e Dollaro.

Petrolio su un nuovo range di 52 dollari e migliore materie prima della sessione online

Il petrolio sta registrando nella sessione odierna dei valori molto interessanti superiori ai 52 dollari, classificandosi come migliore materie prima.

In particolare, da una sessione abbastanza equilibrata di inizio settimana e con valori attorno ai 50 dollari, si sono evidenziate delle prime reazioni positive nel tardo pomeriggio con il passaggio ad un nuovo range di 51 dollari. In serata, anche il passaggio a 52 dollari, tutt’oggi ancora presente.

Tuttavia, è da evidenziare come il risultato in questione stia anche attraversando un alto momento di volatilità e di come sia opportuno eseguire delle analisi grafiche molto accurate per capire come muoversi in merito. Anche una formazione online con una guida pratica di trading per principianti, può essere utile per acquisire le principali competenze per analizzare ad oggi la migliore materia prima e inserire nuovi investimenti in piattaforma.

Continua un buon momento per le materie prime nella sessione odierna

Al risultato di un nuovo range a 52 dollari raggiunto dal petrolio, possiamo notare altri importanti risultati sulle materie prime come:

  • Oro. In risalita su valori di 1309 contro il trend di inizio settimana su 1292 dollari. Da notare, come nella mattinata ci siano anche dei piccoli ribassi da analizzare sotto il profilo grafico prima di confermare un nuovo investimento sul suddetto asset.
  • Argento. Trend positivo su 17,173. Anche in questo caso è già dal pomeriggio della precedente sessione che si è registrata una prima ripresa del metallo prezioso.
  • Palladio. Valori su 917 dollari per l’asset citato e che segue un range abbastanza equilibrato nella sessione attuale sulle materie prime.

analisi mercato

In rialzo anche il Gas Naturale, classificando il settore delle materie prime come molto interessante ad oggi per investire online. Anche in questo caso, può essere importante approfondire la propria formazione online per individuare i migliori investimenti sulle materie prime.

Forex in negativo sui principali dati dei tassi di cambio odierni

Al risultato interessante sul settore delle materie prime, si contrappone un segno negativo da parte del settore del forex. Le principali valute, infatti, sono in negativo e in particolare:

  • Euro e Dollaro. Dal trend prevalente della precedente sessione di 1,19, è passato a valori in ribasso di 1,18. Tuttavia, è da notare come nella mattinata ci siano anche dei primi segnali in positivo da analizzare con attenzione sotto il profilo grafico onde capire se si tratta di una ripresa del suddetto tasso di cambio.
  • Euro e Yen. In ribasso con valori di 132,265, il tasso di cambio citato conferma un andamento negativo ad oggi 26 settembre 2017 sul mercato forex.
  • Euro e Sterlina. Trend negativo anche per gli scambi tra la moneta Europea ed Americana. Ad oggi, si registrano valori su 0,8794 contro trend di 0,88 della precedente sessione.

In positivo, infine, il tasso di cambio tra Sterlina e Dollaro. Gli attuali valori della mattinata sono su 1,3491 e graficamente mostrano una situazione di equilibrio negli scambi tra le due valute. Attenzione, tuttavia, ai dati macro previsti nella giornata e che prevedono dati a media rilevanza sulla Sterlina per i dati sulle approvazioni delibere mutuo BBA. Dati importanti nel pomeriggio anche sul Dollaro come il rapporto sulla fiducia dei consumatori.

plus500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*