Petrolio e Dollaro sono ancora i migliori asset della settimana?

Dopo un ottimo inizio settimana per petrolio e dollaro e di un risultato molto importante per la scelta dei primi asset su cui investire, la nostra attenzione alle analisi odierne sarà su un ulteriore confronto nella sessione del 19 settembre 2017. Inoltre, osserveremo anche la prima apertura su Piazza Affari e i migliori titoli della mattinata come Campari, De’ Longhi e molti importanti titoli del settore bancario come Unicredit e Intesa.

Petrolio e Dollaro confermano un buon momento nelle quotazioni di inizio settimana

Il petrolio conferma un utile trend positivo anche in questa sessione del 19 settembre 2017. E tale da poter ancora ad oggi essere considerato come un interessante asset per investimenti online. In particolare, l’attuale prezzo è positivo e sui 50,24 dollari.

Da notare, come il petrolio abbia mantenuto questi livelli anche nella scorsa sessione, con un lieve calo solo nel primo pomeriggio.

Conferme importanti in questa nuova sessione della settimana anche per il Dollaro. Il tasso di cambio tra Euro e Dollaro, infatti, viaggia su valori molto vicini a 1,20 e il trend è stabile da diverse sessioni online. Ad oggi, inoltre, sono previsti due importanti eventi macro da considerare per le analisi forex della giornata. Sull’Euro, un dato ad alta volatilità come la rilevazione ZEW sulle condizioni dell’economia tedesca. Sul Dollaro, è atteso un dato sempre ad alta volatilità come i dati sui permessi di costruzione rilasciati.

Conferme importanti nella settimana anche sul settore delle materie prime e del forex

Dalle prime conferme di petrolio e Dollaro, ci preme approfondire ulteriormente la tematica con i risultati registrati nella sessione mattutina del 19 settembre 2017 sui settori di appartenenza. Per il settore delle materie prime, ad esempio, si registra anche un interessante trend sull’Oro con valori di 1308,94. Si prosegue con Argento su valori stabili di 17,193 e su Gas naturale con valori in crescita di 3,149.

Sul settore del forex, invece, sono presenti interessanti trend ancora una volta sul Dollaro. In particolare, il tasso di cambio tra Sterlina e Dollaro è quotato su valori di 1,3529, mentre il tasso di cambio tra Dollaro e Yen è di 111,711. Altri risultati interessanti sono poi su Euro e Sterlina, con trend in crescita di 0,8877 e di Euro e Yen con trend in crescita di 134,089.analisi settimana

Possiamo notare, come entrambi i settori raccolgano dei risultati molto interessanti per investire in questa settimana su materie prime e forex. Tuttavia, è importante in questa fase munirsi di una buona piattaforma di trading per analisi più dirette e per la scelta della posizione da aprire per investire online.

Piazza Affari e i migliori titoli della sessione del 19 settembre 2017

Campari con un prezzo di apertura su Piazza Affari di 6,07 e De’ Longhi con un prezzo iniziale di 25,493, si classificano come migliori titoli della mattinata. Trend stabili, invece, per i titoli di Eni (con quotazioni su valori di 13,4929) ed Enel (con quotazioni iniziali di 5,147). Sul fronte bancario, infine, sono presenti primi risultati positivi su Piazza Affari da parte di titoli importanti come:

  • Unicredit. Range su valori di 17,8775 ad oggi su Piazza Affari. Il trend segue un buon momento e replica risultati analoghi alla precedente sessione.
  • Ubibanca. Prime quotazioni della mattinata positive per il titolo in questione. E’ presente, un risultato migliore rispetto alla precedente sessione di inizio settimana.
  • Intesa. Quotazione su 2,9426 anche per il suddetto titolo bancario, che conferma un trend già presente ad inizio settimana.

Quotazioni in positivo nelle prime aperture su Piazza Affari sul fronte bancario, anche per i titoli di Banca Generali e Mediobanca e da poter considerare per eventuali investimenti nella nuova sessione del 19 settembre 2017. Senza contare i buoni risultati evidenziati in precedenza anche su petrolio e Dollaro, tra i migliori asset di questo nuovo inizio settimanale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*