Petrolio a 49 dollari ed Euro positivo sui principali cambi forex

Le analisi odierne mostrano una prima apertura su Piazza Affari positiva, ad eccezione di alcuni importanti titoli bancari. Sul forex, il tasso di cambio Euro e Dollaro si conferma ancora su range di 1,19, mentre l’Euro apre positivo sui principali tassi di cambio. Sulle materie prime, invece, è da segnalare un trend interessante del Petrolio a 49 dollari e un primo ribasso da parte del Petrolio.

Sessione mattutina di Piazza Affari, ecco i primi dati più importanti

La sessione mattutina di Piazza Affari apre in positivo su molti titoli e ciò può essere utile da valutare per un nuovo investimento azionario.

Tra i migliori titoli, Campari, con una apertura di 6,118. Altri risultati interessanti sono poi su:

  • De’ Longhi. L’apertura è di 25,577 con un trend positivo anche nelle successive quotazioni su Piazza Affari. Anche il trend settimanale del titolo è abbastanza stabile.
  • Salvatore Ferragamo Italia. Da una chiusura su valori di 23,74 ad una apertura di poco superiore a 23,82. Utile anche in questo caso da poter considerare per nuovi investimenti online.
  • Mediaset. Trend positivo in apertura su Piazza Affari anche per il suddetto titolo. In particolare i valori in questa sessione sono su 3,113.
  • Eni. Il titolo apre su valori di 13,517. In questi minuti, si mantengono valori positivi per valutarne un nuovo investimento.

Sul fronte bancario, invece, si presentano diverse aperture in negativo su Piazza Affari. In particolare, sono in ribasso titoli come Unicredit, Ubi e Intesa. Analisi grafiche, potrebbero essere importanti in tale fase per capire come muoversi in merito.

Sterlina e Dollaro ed Euro e Sterlina, i migliori cambio di oggi sul mercato forex

Sul mercato forex, invece, si presentano rispetto ad un primo confronto dei dati della mattinata del sette settembre 2017, dei risultati analoghi alla precedente sessione. In particolare, si conferma ancora un buon momento per il tasso di cambio Euro e Dollaro a 1,19. Mentre per le altre valute, ecco cosa si sta registrando sul mercato forex:

  • USD/JPY. Tasso di cambio negativo tra Dollaro Americano e Yen con range di 109,088. Essendo presente al momento un lieve ribasso, è consigliabile continuarne le osservazioni grafiche nel corso della sessione forex.
  • EUR/JPY. Anche per il suddetto tasso di cambio si registrano dei lievi ribassi nella mattinata. E di cui se ne consiglia una ulteriore osservazione grafica nella giornata.
  • EUR/GBP. E’ ad oggi il migliore tasso di cambio accanto ad Euro e Dollaro. I range, sono positivi e attorno a valori di 0.9142.

forex dati

Per i tassi di cambio sull’Euro, è da considerare anche la pubblicazione nella tarda mattinata dei dati sul Pil. Tali dati, infatti, potrebbero portare a delle nuove reazioni della valuta Europea sul mercato forex.

Petrolio su un interessante trend di 49 dollari sul mercato delle materie prime

Sul settore delle materie prime, soprattutto un risultato segna un particolare interesse per valutare un nuovo investimento online. Si tratta del petrolio e dei range toccati nelle ultime sessioni di 49 dollari. L’asset è ancora volatile e nella mattinata si presenta anche in lieve ribasso, tuttavia, ulteriori analisi grafiche potrebbero essere importanti per valutarne nuovi investimenti. Sempre con riferimento alle materie prime, si registrano dati importanti anche su:

  • Oro. I valori nella mattinata del 07 settembre 2017 sono positivi e su range di 1355,44. Se confermati questi risultati potrebbe essere utile valutarne nuovi investimenti online.
  • Palladio. Trend in crescita per la mattinata anche per il suddetto asset. In particolare, i valori toccati in questa sessione sono su 943.55.
  • Gas Naturale. Altra interessante materia prima su cui poter valutare un investimento online. I range attuali, infatti, sono su 3,014.

Nelle analisi di oggi, infine, è presente un trend negativo da parte dell’Argento. Se ne consiglia comunque un ulteriore studio grafico prima di includerlo o escluderlo da un potenziale investimento sulle materie prime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*