Oro e petrolio, come prosegue il trend settimanale sulle materie prime?

Nella giornata di oggi 28 febbraio 2017, l’attenzione dei mercati finanziari è rivolta all’atteso discorso di Trump al Congresso. Tra i risultati significativi della giornata, infatti, vi è una buona risposta da parte di Piazza Affari soprattutto in termini di spread e di un trend al momento rialzista per la quotazione forex Euro e Dollaro. E nelle materie prime? Ecco come prosegue il trend settimanale su oro e petrolio e analisi ulteriori anche rispetto ad altre importanti materie prime come palladio, argento e rame.

Quotazione oro, ecco come prosegue il trend settimanale delle materie prime

La quotazione dell’Oro, è tra i primissimi aspetti che ci preme analizzare rispetto a potenziali investimenti sulle materie prime e rispetto ad un recente risultato raggiunto nella prima sessione della settimana, con l’oro che è appunto salito ai livelli massimi di tre mesi. Analisi grafiche al riguardo, possono aiutare a ben comprendere di cosa stiamo parlando.

Le prime quotazioni della settimana e in riferimento alla giornata del 27 febbraio 2017, mostrano valori iniziali nella mattinata pari a 1254,22 e un trend abbastanza stabile rispetto ai primi scambi di tale materia prima. Verso le 14,30, si registrano dei primi segnali di rialzo e che hanno portato al massimo picco attorno alle 17,45 (con valori di 1262, 86). In prima battuta, si tratta di un risultato molto significativo soprattutto da parte di coloro che hanno individuato per tempo tale trend al rialzo e deciso di investire rispetto all’oro.

Continuando le analisi di inizio settimana, è poi da notare come successivamente al picco appena evidenziato, l’oro abbia subito dei primi rallentamenti fino ad arrivare all’attuale prezzo di 1250,84. Cosa è da considerare quindi al riguardo? Che diversi eventi politici potrebbero aver inciso rispetto ad una prima tendenza al rialzo, come le prossime elezioni francesi e tedesche. Ad oggi, inoltre, è atteso un importante discorso di Trump al Congresso, che rende importante monitorare l’oro in questa giornata, onde verificare se il suddetto trend al rialzo possa nuovamente verificarsi.

Analisi sul trend settimanale delle materie prime su petrolio, palladio, rame e argento

In controtendenza rispetto ai risultati appena evidenziati dell’oro, è poi interessante continuare ad analizzare le materie prime rispetto ad un altro importante asset come il petrolio. Partiamo anche in questo caso da analisi grafiche di inizio settimana, per poi concludere con un confronto live delle ultime quotazioni nella tarda mattinata.

Ebbene, nella prima mattinata del 27 febbraio 2017, il petrolio ha registrato un interessante trend al rialzo con valori vicini a 54,44, mentre nel primo pomeriggio, si sono registrati dei primi ribassi della quotazione. In queste prime ore della mattina, il trend è ancora al ribasso e con valori su 53,80, che è bene monitorare per verificare se il risultato possa essere confermato anche nella giornata. Anche in questo caso, infatti, è da considerare una possibile reazione del suddetto asset in vista del discorso al Congresso di oggi di Trump. analisi materie prime

Completiamo l’analisi sulle materie prime, riportando anche altri importanti risultati registrati in questa mattinata su:

  • Palladio. Al momento i valori sono in ribasso, ma il trend di inizio settimana è abbastanza stabile e rende interessante continuare ad analizzare graficamente le prossime reazioni del bene.
  • Argento. Al momento i valori sono abbastanza stabili dopo un primo trend di inizio settimana di ribassi sulla quotazione del suddetto bene.
  • Rame. E’ tra le materie prime più volatili del momento e da valutare con maggiore attenzione al fine di individuare se vi è un trend prevalente e come investire nel caso online su tale asset.

Laddove si è interessati a strategie di differenziazione e investimenti alternativi sulle materie prime, ecco anche le nostre ultime analisi sull’azionario con spread in calo e situazione stabile sui principali mercati Europei.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*