Migliori asset del fine settimana, i dati principali analizzati

Ad oggi confronteremo due importanti settori come le materie prime ed il forex per una panoramica finale della settimana. Particolare attenzione soprattutto su due dei migliori asset di questo settore come petrolio ed euro e dollaro, allo scopo di evidenziarne anche le attuale performance grafiche ed eventuali ipotesi di investimento.

Petrolio tra le migliori materie prime anche nel fine settimana

Per quanto attiene il settore delle materie prime, è il petrolio ad essere uno dei suoi migliori asset sia nel corso della settimana e sia in questa attuale sessione mattutina dell’11 gennaio 2019.

Al riguardo, potete approfondire le principali dinamiche toccate dall’asset in questo articolo dal nome: Petrolio oltre i 50 dollari nelle prime sessioni dell’anno.

L’asset, infatti, si presenta in questo nuovo anno con performance al rialzo molto interessanti e dopo un primo importante obiettivo oltre i 50 dollari, registra in questo fine settimana un ulteriore risultato da analizzare.

Il suo trend, ha superato i 52 dollari e continua su questa direzione positiva molto utile per valutarne un eventuale investimento online.

Sempre nel settore delle materie prime, è poi interessante notare le prestazioni registrate nel fine settimana anche da parte di altri asset come Oro e Argento.

Proprio questi ultimi, sono tra l’altro tra i migliori accanto al petrolio e altrettanto utili da analizzare per nuove ipotesi di investimento in questa ultima sessione settimanale.

Tra le migliori materie prime del fine settimana anche Euro e Dollaro

Rispetto al settore valutario, è da tenere in prima battuta un importante risultato raggiunto da Euro e Dollaro, tra le migliori valute di inizio settimana sul mercato forex.

Analizzando le performance grafiche registrate nelle varie sessioni e i principali dati macro in programma su un calendario economico, si notano molti interessanti dati al riguardo da continuare ad osservare con particolare attenzione anche in questa sessione del fine settimana.

analisi
Ecco alcune delle principali analisi del fine settimana sul mercato forex

Tra l’altro, il tasso di cambio tra Euro e Dollaro, è partito ad inizio settimana su valori di 1.14163. Ad oggi 11 gennaio 2019, è ancora su valori più che positivi di 1.15242.

Inoltre, a livello macro si attendono diversi dati macro a media e ad alta rilevanza sul Dollaro, che rendono prioritario continuare queste analisi nel pomeriggio per osservarne nuove dinamiche e migliori performance per un investimento online.

Tra i maggiori eventi, la pubblicazione dell’indice dei prezzi al consumo americani. Ti consigliamo, comunque, una visione diretta sul calendario forex del tuo broker per una analisi più completa.

Sterlina e Dollaro, perché osservarli in questo fine settimana?

Restando nell’ambito del forex oltre alle performance di Euro e Dollaro, è da notare che graficamente anche un altro tasso di cambio registra dati importanti. Si tratta del tasso di cambio tra Sterlina e Dollaro, partito ad inizio settimana su valori stabili di 1.275.

Ad oggi, i suddetti valori sono ancora stabili e vicini al range appena citato. Tuttavia, potrebbero esserci nuove variazioni grafiche nel breve periodo a seguito della pubblicazione di diversi dati macro in questo fine settimana. Oltre alla pubblicazione nel pomeriggio dell’indice dei prezzi al consumo americani ovvero di un dato ad alta rilevanza si attendono anche dati su:

  • Ipc mensile e Ipc annuale. Il primo dei suddetti dati, è ad alta rilevanza sul Dollaro mentre il secondo è a più bassa rilevanza sulla valuta americana.
  • Dati sui redditi reali USA. Pur essendo un dato a bassa rilevanza sul Dollaro è bene osservarne le dinamiche della valuta all’atto della sua pubblicazione pomeridiana.

Dati ad alta rilevanza pure sulla Sterlina come il Pil mensile e la produzione manifatturiera inglese. La pubblicazione nella tarda mattinata in calendario economico, ne permette di potersi poi concentrare sui valori pomeridiani previsti sul Dollaro e definire le dinamiche finali grafiche di questa settimana.

+500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*