Mercati finanziari volatili nel primo fine settimana di Giugno 2018

Dalle prime analisi online del fine settimana, si riscontrano principalmente dei trend volatili da parte dei due principali mercati finanziari come forex e materie prime. Sull’azionario, si registra in mattinata un analogo trend in ribasso da analizzare con molta attenzione soprattutto con grafici live.

Tassi di cambio forex volatili nel fine settimana. Bene Sterlina e Dollaro

Fine settimana abbastanza volatile per il settore del forex, che richiede costanti analisi online per individuarne i principali trend.

Nella prima sessione mattutina dell’08 giugno 2018, sono presenti dei lievi ribassi che potrebbero incidere su nuove variazioni di prezzo anche in vista dei vari appuntamenti macro previsti ad oggi.

Euro e Dollaro, in particolare, sono quotati su valori in ribasso di 1.1779. A livello macro, invece, sono presenti per lo più eventi a media rilevanza come i dati di questa mattina sulla produzione industriale tedesca.

Nel pomeriggio, previsti dati ancora a media rilevanza sul Dollaro come le vendite del commercio all’ingrosso o l’indice settimanale ECRI.

Anche Euro e Sterlina si trova su valori in lieve in ribasso sul profilo grafico. Tuttavia in tarda mattinata, saranno pubblicati importanti eventi macro sulla Sterlina come la produzione manifatturiera che potrebbero influenzare nuovi trend sul mercato forex di fine settimana.

Tra i migliori tassi della sessione in corso, Sterlina e Dollaro. Gli attuali trend sono tra i pochi in positivo nella giornata di oggi e utili da analizzare anche in vista dei prossimi eventi macro sulla Sterlina citati in precedenza.

Materie prime su trend volatili nel fine settimana

Anche le materie prime seguono in questa prima sessione mattutina dei trend molto volatili. Il petrolio, ad esempio, è ad oggi su trend di 65.62 dollari e solo ad inizio settimana era su valori di poco superiori di 66.72.

L’Oro, passa da valori di inizio settimana di 1293 dollari a nuovi valori di 1294.95 mostrando un trend abbastanza stabile nel fine settimana.

analisi mercati
Ecco le principali analisi dei mercati nel fine settimana

L’Argento, invece, passa da valori iniziali 16.434 della prima sessione settimana a valori attuali del fine settimana di 16.630. Si delinea, un contesto in cui risulta molto importante impostare delle analisi grafiche nel breve termine per seguire con attenzione i prossimi trend e investire in prossimità di nuove reazioni di prezzo da parte delle migliori materie prime.

Broker come Markets.com, presentano tra gli strumenti di trading a disposizione dei nuovi clienti, un conto demo gratuito sulla piattaforma di trading.

Una soluzione, che permette ad oggi di poter osservare con quotazioni reali i trend di prezzo delle materie prime e accumulare una maggiore esperienza per selezionare al meglio i successivi investimenti sul conto reale. Presenta anche una piattaforma di trading professionale per fissare piccoli orizzonti temporali e condurre diverse analisi online sul trend del settore nel fine settimana.

Settore azionario in ribasso nell’ultima apertura settimanale su Piazza Affari

E sul settore azionario italiano? A pochissimi minuti dall’apertura di Piazza Affari si registrano trend in lieve ribasso sui principali titoli italiani.

Anche in questo caso, può essere utile al pari di quanto appena visto per gli altri mercati finanziari, una pratica con un conto demo su quotazioni reali per esaminare nuove reazioni di prezzi e capire i migliori asset su cui investire in questo fine settimana.

Sui titoli bancari e da una apertura abbastanza stabile da parte di Unicredit con valori di 13.8255 (il precedente prezzo di chiusura era di 13.8635). Per gli altri titoli bancari è invece presente una più alta volatilità di cui se ne consiglia una analisi live sulla piattaforma del proprio broker.

Trend abbastanza stabili in apertura su Piazza Affari e solo lievemente in ribasso su titoli come Mediaset (valori di 2.824 contro il precedente prezzo di chiusura di 2.848) e per Campari. I valori dello stesso nel fine settimana sono di 6.372 contro un precedente prezzo di chiusura di 6.442.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*