Mercati finanziari di metà settimana, ecco i dati più interessanti

Dopo l’atteso discorso del Presidente Trump al Congresso della giornata di ieri, che ha segnato una sessione abbastanza stabile e prudente sui principali mercati finanziari, si registra ad oggi un primo rialzo sulle Borse Europee. E’ da notare poi uno spread su 187 punti base tra i primi risultati positivi della giornata del 01 marzo 2017 e di una forte volatilità al ribasso di Euro e Sterlina sul mercato forex.

Spread positivo e migliori titoli azionari su Piazza Affari del 01 marzo 2017

La notizia dello spread positivo e al momento lontano dalla soglia dei 200 punti base, è il primo punto principale da considerare in queste prime analisi di metà settimana e con un valore che al momento resta su un range di 187 punti. Da notare, dopo una prima incertezza registrata nella sessione di ieri, anche una apertura positiva nella mattinata da parte dei principali mercati Europei e con risultati significati emersi in questi minuti soprattutto da parte di Parigi e Francoforte.

Bene anche Piazza Affari, con un trend positivo registrato soprattutto da parte del titolo bancario dell’Unicredit e che ormai da circa una settimana, presenta dei valori positivi in rialzo. Altri titoli interessanti della giornata del primo marzo 2017 sono:

  • Intesa San Paolo. Dopo una chiusura nella giornata di ieri su valori di 2,08, il titolo bancario apre su primo ribasso a 2,1. Tuttavia, in questi minuti, il trend è nuovamente in salita e pone importante continuarne le analisi della giornata al fine di capire se confermare tale investimento in piattaforma rispetto agli asset azionari migliori di metà settimana.
  • Generali. Dopo i forti ribassi della scorsa settimana, il titolo comincia a stabilizzarsi nel settore azionario. In chiusura nella sessione di ieri su valori di 13,565, apre in questa prima sessione del primo marzo, con valori di 13,625.
  • Telecom Italia. Il titolo presenta un trend positivo in questa settimana e anche con riferimento agli ultimi valori registrati nella mattinata. Da notare, infatti, come il titolo abbia chiuso nella sessione di ieri su valori di 0,764 e ad oggi segni in fase di apertura, un valore di 0,768.
  • Leonardo- Finmeccanica. Il titolo, continua a seguire nella settimana un trend positivo. Rispetto agli ultimi dati, è da evidenziare che in sessione di chiusura, la quotazione è stata di 13,006, mentre in sessione di apertura di oggi 01 marzo 2017, 13,102.

Materie prime e forex, ecco gli ultimi dati live per valutare come investire online

Tra i dati più significativi della settimana, è da valutare anche il trend da parte di due importanti materie prime come Oro e petrolio. Partiamo da un primo approfondimento eseguito in questo articolo: Oro e petrolio, come prosegue il trend settimanale sulle materie prime, per passare ad analisi live.

Il petrolio, infatti, segue ancora un trend settimanale negativo e nella giornata di oggi primo marzo 2017, segna valori su 53,86. Trend settimanale con rallentamenti registrati anche in questa mattinata, per l’oro, che segna in questi minuti dei valori su 1246,31 e un movimento dei prezzi ancora molto volatile che è consigliabile continuare ad osservare in questa giornata, per capire se restare in fase di investimento sulle materie prime o di pensare ad una valida alternativa sui settori azionari e rispetto agli ultimi risultati evidenziati da importanti asset quotati al suo interno. 

Sul mercato del forex, ti segnaliamo soprattutto l’attuale reazione negativa da parte di Euro e Dollaro, con un trend dei prezzi che dalla giornata di ieri continua ancora a diminuire. Analisi grafiche in tale direzione, potranno essere utili per investire su una delle coppie valutarie più volatili nella giornata e con importanti strumenti di trading veloce come le opzioni a 60 secondi. Inoltre, potrebbe essere utile consultare anche gli appuntamenti calendario economico della giornata su Sterlina e Dollaro.

2684_300x250

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*