Forex, criptovalute e azionario, ecco i migliori settori di inizio settimana

La nuova settimana di Giugno 2017, riprende con importanti conferme sul mercato del forex e delle criptovalute e su altrettanti risultati interessanti nel settore azionario e su asset appartenenti al settore bancario (Unicredit, Ubi e gruppo Bper) e non (come Campari, De’ Longhi, Ferragamo e Poste Italiane). Nelle materie prime, invece, è da notare al momento delle performance negative da parte dei principali asset come petrolio, argento, oro e gas naturale.

Forex e criptovalute in buon avvio ad inizio settimana

Iniziamo su forex e criptovalute, due dei migliori settori della settimana per capire le nuove dinamiche della settimana e di quanto ci siamo importanti conferme al riguardo. La prima grande sorpresa, è rappresentata da Euro e Dollaro che da livelli di 1,11 nel fine settimana, è riuscito a raggiungere e a confermare anche in questa nuova sessione un nuovo livello di 1,12. L’Euro si mantiene positivo anche nelle transazioni di scambio con lo Yen, registrando sempre a partire dal fine settimana e fino agli attuali valori della mattinata del 19 giugno 2017, valori positivi di 124,471.

Positive anche le prime quotazioni della mattinata sul mercato forex delle transazioni di cambio tra Euro e Sterlina.

Per le criptovalute, è da confermare in questo inizio settimana un buon avvio per le principali quotazioni di questo interessante settore e di un bitcoin che ormai tocca valori di 2531 dollari. Seguono ottime prestazioni anche da parte dell’ethereum su valori in questa mattinata di 353,92.

Il settore azionario apre la settimana in positivo sui principali titoli bancari e non

Anche il settore azionario apre la settimana in positivo, con risultati di apertura in rialzo soprattutto da parte dei principali titoli bancari come Unicredit, Ubi e gruppo Bper. In buon avvio anche i titoli non bancari come:

  • Campari. In apertura su prezzi di 6,200, continua a registrare in questo avvio settimana su Piazza Affari dei trend in crescita interessanti da valutare per investimenti in ambito azionario.
  • De’ Longhi. Apertura su Piazza Affari con valori di 29,648, anche il suddetto titolo può essere analizzato per nuovi investimenti nel settore.
  • Salvatore Ferragamo. Il titolo apre su valori di 25,106, continuando a seguire anche in questi minuti delle performance positive per nuovi investimenti online.
  • Poste Italiane. Tra i migliori titoli di questa sessione mattutina su Piazza Affari, è un altro interessante asset azionario da valutare per investire in tale ambito, oltre a quanto in precedenza evidenziato per forex e criptovalute.

Materie prime iniziano la settimana con performance negative nei principali asset

L’inizio settimana sulle materie prime, mostra risultati per lo più negativi da parte dei principali asset che pone attenzione nel valutare soprattutto nel breve termine i prossimi trend ed eventuali inversioni di prezzo che rendano conveniente un nuovo investimento nel settore. analisi inizio settimana

In particolare, ecco i principali dati che è possibile notare nella sessione della mattina del 19 giugno 2017:

  • Petrolio. Rispetto ad un confronto con i dati della precedente sessione il prezzo di tale asset è stabile. Tuttavia, parliamo di valori che nella mattinata toccano un range negativo e che rendono opportuno continuare ad analizzarne le prossime quotazioni della mattinata prima di valutare un investimento nel settore.
  • Oro. Rispetto al trend della scorsa settimana, l’asset tocca ad oggi dei valori negativi, da valutare bene sotto il profilo grafico per individuare eventuali cambiamenti di prezzo prima di investire online.
  • Argento. Prezzi abbastanza stabili per l’argento che tuttavia segue comunque un trend in ribasso al pari delle altre materie prime analizzate in questa sessione.
  • Gas Naturale. Tra le materie prime più in ribasso in questa sessione, il gas naturale registra in questa mattinata dei valori in ribasso di 2,958 che rendono necessario continuare le analisi grafiche nel settore prima di valutare nuovi investimenti in merito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*