Disoccupazione al 6% in Germania, il dato più basso dal 1990

Molti in Germania profetizzavano un peggioramento dello stato occupazionale, invece, a sorpresa arrivano i dati ufficiali che certificano una disoccupazione al 6% con trend in calo. Evidentemente la struttura contrattuale e la flessibilità del mercato del lavoro nella federazione tedesca funziona e seguendo lo sviluppo dell’economia consente il raggiungimento di questi risultati.

Non è facile dire che cosa differenzia la Germania da altri Paesi Europei che non solo hanno, quantità enormemente superiori di disoccupati ma anche in trend opposto. In Italia, ad esempio, la disoccupazione supera l’11%, poco meno del doppio della Germania. La BCE ha il suo bel da fare per determinare una direzione economica omogenea che valga per tutti i Paesi con tutte queste grandi differenze tra le Nazioni.

Certo è che il dato di disoccupazione tedesca è al minimo dal 1990, appena dopo la riunificazione e il dato rafforza la posizione della Merkel, una boccata d’aria in vista delle prossime elezioni e soprattutto in relazione alle recenti sconfitte in alcuni distretti tedeschi.

+500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*