Come procedono i mercati finanziari nel fine settimana?

Le analisi di questo fine settimana sono mirate ad approfondire tre dei più importanti risultati registrati sui mercati finanziari. Stiamo parlando, in particolare, del record registrato sul petrolio con range oltre i 70 dollari per il settore delle materie prime. Inoltre, significative volatilità si sono registrate su forex e criptovalute nei principali asset di appartenenza.

Petrolio verso un primo ribasso sul settore delle materie prime del fine settimana?

Per il confronto del primo risultato sulle materie prime da parte del petrolio, un utile riepilogo in questo articolo di approfondimento può essere utile per evidenziare le principali tappe registrate dall’asset e l’importante record in termini di quotazione: Petrolio oltre i 70 dollari contro un mercato forex in ribasso.

Quali sono i punti salienti di questa settimana sulle suddette quotazioni? 70,38, è stato il primo punto di partenza della sessione settimanale a cui sono seguiti anche picchi di 71.64 per la sessione del 10 maggio 2018.

Ad oggi, il trend è ancora su valori molto significativi di 71,26 anche se sono da segnalare dei piccoli ribassi da parte del petrolio.

Si rende utile, continuare con analisi grafiche dettagliate nel breve termine per valutare nuove reazioni del bene. E per capire se l’attuale record presente possa confermarsi in questo fine settimana.

Tra le migliori materie prime della sessione dell’11 maggio 2018, l’Oro è un metallo prezioso che si presenta spesso come un interessante investimento online. Il trend del fine settimana è su valori stabili di 1319.59 rispetto alla partenza su valori di 1313 ad inizio settimana.

Attesa per il prossimo discorso di Draghi per nuove reazioni del fine settimana sul mercato forex

E per quanto riguarda il mercato del forex? Un confronto settimanale ha emerso una volatilità del suddetto mercato e dei principali tassi di cambio.

In particolare, nella sessione del 09 maggio 2018 sia Euro/Dollaro e sia Sterlina/Dollaro erano in ribasso. Anche per questa sessione del fine settimana, si conferma questo trend con Euro e Dollaro su valori negativi di 1.1899 e Sterlina e Dollaro su valori negativi di 1.3505.

analisi mercati
Ecco le principali analisi sui mercati del fine settimana. Anche il forex è in ribasso.

In base a questi risultati è da considerare come essenziale una analisi grafica continua e nel breve termine, onde evidenziare eventuali variazioni sul trend. Soprattutto Euro e Dollaro sono da monitorare graficamente con più attenzione rispetto alla presenza di piccole variazioni al ribasso sulle quotazioni del mercato forex.

Analisi anche su un calendario economico, possono supportare il trader nel completare le suddette analisi del fine settimana sul mercato forex considerando i principali eventi ad alta rilevanza di oggi 11 maggio 2018. Tra i più importanti, il prossimo discorso nel pomeriggio del Presidente della BCE Mario Draghi (ad alta rilevanza sull’Euro). Seguono, i dati sul sentimento d’aspettativa dei consumatori del Michigan (a media rilevanza sul Dollaro).

Criptovalute volatili nel fine settimana, eccone le principali analisi

Per confronti settimanali sulle criptovalute, infine, ti invitiamo ad una prima lettura del suddetto articolo: Migliori criptovalute, le analisi della II settimana di Maggio 2018.

Questo articolo, infatti, ci permette di andare subito dritti al punto rispetto ai migliori asset digitali dell’intera settimana e da confrontare ulteriormente rispetto a questa ultima sessione dell’11 maggio 2018.

Il Bitcoin, ad esempio, si è mantenuto su range oltre i 9300 dollari nelle ultime sessioni della settimana. Ad oggi, è molto volatile e su valori di 8802 dollari. L’Ethereum e il Bitcoin Cash, passano da valori interessanti per un investimento di 758.22 e di 1635.06 a valori molto volatili di 713.18 e di 1444.41.

Ne notiamo forti variazioni di prezzo, che rendono fondamentale concentrarsi solo su analisi grafiche online (e magari un po’ di pratica con un conto demo) per studiare nuove reazioni di prezzo ed eventuali riprese di uno o più asset digitali citati.

plus500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*