Borse Europee e materie prime ancora in ribasso

Le Borse Europee, continuano anche in questa nuova sessione finanziaria a registrare dei segnali deboli collegati probabilmente alle reazioni della notizia delle elezioni anticipate nel Regno Unito. Nelle materie prime, si registra un trend in calo rispetto ai principali asset come oro e petrolio, mentre sul forex, sarà interessante osservare soprattutto le prime reazioni della Sterlina alla notizia citata di elezioni anticipate nel Regno Unito.

In ribasso le principali quotazioni sulle materie prime come Oro, petrolio e argento

Iniziamo le nostre analisi del 19 aprile 2017 proprio dalle materie prime e dalle prime performance della mattinata dei suoi principali asset come:

  • Oro. Le quotazioni in questi minuti sono comprese in un range di 1284,12 e continuano a registrare un ribasso iniziato dal primo pomeriggio della precedente sessione.
  • Petrolio. Nei primi dati della mattinata il range è in ribasso e su valori di 52,82. Il trend negativo è iniziato nella serata di ieri 18 aprile 2017 e sembra proseguire anche oggi.
  • Argento. Segue al momento le stesse sorti di Oro e Petrolio, con un range in ribasso di 18,209 iniziato già nel pomeriggio della precedente sessione.

Si tratta, di dati molto importanti sul mercato delle materie prime e da monitorare nel corso della giornata per definire nuovi investimenti.

Inoltre, la forte volatilità di questa mattinata, potrebbe essere sfruttata anche per investire su strumenti di nuova generazione come le opzioni binarie a 60 secondi e con broker dal trade richiesto molto basso come IQ Option (il seguente broker, infatti, presenta un importo minimo di investimento pari ad 1 euro).

Occhi puntati sulla Sterlina nelle analisi forex di oggi 19 aprile 2017

Sul mercato del forex, le analisi di oggi 19 aprile 2017, possono concentrarsi rispetto ai principali andamenti della Sterlina e delle reazioni della moneta inglese alla notizia di elezioni anticipate per la Brexit. Ad esempio, il tasso di cambio tra Sterlina e Dollaro, viaggia in questi minuti su un range negativo di 1,2829, ma non sono mancate nei confronti dei dati precedenti, delle forti volatilità del tasso di cambio che potrebbero ripetersi anche in questa nuova sessione. analisi live

Altri dati rilevanti sulle prime quotazioni della Sterlina sono sui seguenti tassi di cambio:

  • GBP/JPY. Trend positivo in questi minuti nello scambio tra Sterlina e Yen. Un risultato importante, se confrontato con i risultati al ribasso presenti nella sola sessione precedente.
  • EUR/GBP. Anche questo trend è positivo in questi minuti sul mercato del forex, anche se è da evidenziare rispetto alla precedente sessione un piccolo ribasso dei dati.

Mercati finanziari in ribasso. Attenzione soprattutto ai titoli bancari

Anche i mercati finanziari rispondono con un avvio debole in questa mattinata del 19 aprile 2017, una incertezza in parte dovuta probabilmente alle reazioni della notizia di elezioni anticipate per formalizzare definitivamente la Brexit e l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Tra i dati più rilevanti, ancora una volta lo spread che resta su un valore superiore ai 200 punti base e di interessanti performance registrate in questo primo avvio dal settore bancario.

In particolare, ecco i primi dati registrati in questa sessione dai principali titoli del comparto bancario:

  • Unicredit. Nella precedente sessione il suo trend è stato negativo e anche in fase di chiusura su Piazza Affari, il suo prezzo è stato di 12,9375. Ad oggi, apre su Piazza Affari in lieve rialzo di 13,0125.
  • Banca Generali. Trend molto volatile nella precedente sessione, che chiude con un valore negativo di 24,927. Anche in questo primo avvio su Piazza Affari, si ripete un analogo risultato.
  • Bper. Range di chiusura nella precedente sessione di 4,305 e quotazioni ormai in ribasso da più di una settimana sul seguente titolo bancario. Tuttavia, in questo primo avvio su Piazza Affari si registrano dei primi segnali in positivo.
  • Intesa San Paolo. Quotazioni stabili sia nella precedente sessione di chiusura e sia in quella attuale per il seguente titolo bancario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*