Borsa Italiana, apertura in rialzo e spread oltre i 180

La Borsa Italiana apre in questa prima sessione mattutina con un piccolo rialzo, presentando un risultato positivo rispetto a quanto segnato nella giornata di ieri. La prima sessione della settimana, infatti, ha presentato una apertura in ribasso (come del resto accaduto anche in altre importanti Borse Europee) e ha segnato rispetto al titolo dell’Unicredit un eccessivo ribasso dei prezzi. Valori stabili ma in ribasso, invece, per lo spread con valori oltre i 180 punti.

Titoli bancari ancora in negativo in questa nuova sessione della Borsa Italiana

Ulteriori precisazioni rispetto a quanto accaduto nella giornata di ieri, sono doverose per analizzare al meglio la situazione odierna. Si tratta, di dati particolari e relativi ad un clima di forte incertezza che si sta creando in questi giorni a seguito della nuova elezione di Trump come Presidente Americano e di volatilità da parte dei principali mercati internazionali. La Borsa Italiana, è quella che ne ha più risentito nella giornata di ieri e soprattutto in riferimento al comparto bancario e al titolo in ribasso dell’Unicredit.

Tornando ad analisi odierne, il risultato principale da notare rispetto alla sessione di apertura di martedì 31 gennaio 2017 e di dati iniziali al rialzo su Piazza Affari e di una piccola ripresa da parte di Unicredit (seppur ancora con valori negativi). Anche altri importanti titoli bancari, segnano un andamento negativo e in particolare rispetto a Ubi Banca e Banco BPM. Osservando le attuali quotazioni live, infatti, possiamo notare che:

  • Unicredit, presenta valori su 26,5925 e con un breve rialzo registrato soprattutto nelle prime ore mattutine. Tuttavia, rispetto ad un confronto con i dati al rialzo della settimana scorsa, è ancora un titolo molto volatile su Piazza Affari e da poter considerare rispetto ad un discorso di investimenti su operazioni di trading veloce con le opzioni a 60 secondi.
  • Ubi Banca, presenta valori al ribasso di 3,319. Già rispetto ad un confronto con i dati della giornata di ieri, emerge come il titolo stia scendendo e presenti al momento ancora un trend al ribasso.
  • Banco Bmp, presenta valori di 2.837. Iniziata una quotazione in ribasso, al momento sembra seguire una nuova tendenza al rialzo che è bene monitorare in vista di nuovi investimenti online.

I migliori titoli di Piazza Affari, cresce la quotazione su Telecom e Terna

Se i titoli bancari sono quelli che anche in questa sessione mattutina del 31 gennaio 2017, registrano dati negativi, Borsa Italiana presenta anche delle risposte positive da interessanti asset azionari provenienti da settori come telecomunicazioni e dell’Energia Elettrica.

  • Telecom, presenta in questa prima sessione mattutina dei valori al rialzo e una quotazione compresa in un range di 0,801. Nella giornata di ieri, il titolo viaggiava su range di 0,79.
  • Exor, con quotazioni al rialzo in questa sessione mattutina e con valori di 43.457 (nella giornata di ieri e nella sessione di chiusura, i valori del titolo era su 42,6).
  • Terna, con quotazioni al rialzo sempre in questa prima sessione mattutina e con valori di 4.083 (nella sessione di chiusura di ieri i valori erano su 4.048).

borsa italiana news

Altro importante risultato da evidenziare rispetto all’apertura della sessione mattutina della Borsa di Milano, è sullo spread che rispetto ad una prima stabilizzazione nella sessione di chiusura di lunedì (188 punti base) presenta ad oggi una discesa a 186 punti base. L’indice FTSE Mib, invece, presente un piccolo rialzo dello 0,1% ad avvio di Piazza Affari. Confermata, quindi, anche per questa giornata una forte volatilità dei mercati e dei principali asset azionari e da valutare soprattutto rispetto a strumenti finanziari che possano sfruttare tali condizioni. E’ il caso delle opzioni binarie e di operazioni di trading veloce con le opzioni a 60 secondi, soprattutto per differenziare l’investimento puntando ai principali titoli al ribasso e al rialzo di oggi.

plus500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*