Azionario nuovamente in ribasso. Positive, le materie prime e il forex

Dopo una partenza in ribasso da parte dei più importanti titoli italiani, abbiamo deciso di confrontare ulteriormente in questa sessione i risultati emersi. Ancora una volta parliamo di una sessione mattutina in cui Piazza Affari ha da poco eseguito l’apertura, ma dove confronti grafici nel breve termine con la precedente sessione, ci permettono di poter eseguire al meglio il punto della situazione sui migliori titoli italiani.

Nuovi e ulteriori confronti sulle sessioni settimanali dell’azionario italiano

Vista l’importanza di conoscere anche i dati della precedente sessione su Piazza Affari, ti consigliamo la lettura di questo approfondimento: Analisi e confronti sui principali dati dell’azionario italiano, per osservare i principali dati grafici.

Il primo confronto è sul titolo di Campari e su un trend stabile presente nella precedente sessione di 7,918.

Ad oggi 23 gennaio 2019, il trend è ancora in ribasso consigliandone ulteriori analisi grafiche per investire eventualmente sul titolo nel breve termine.

Altri importanti risultati da confrontare sono su:

  • Eni. Da un prezzo della precedente sessione di 14,461, ad oggi è ancora in ribasso su valori di 14.403. Come per Campari, se ne consigliano ulteriori analisi grafiche per investire solo in presenza di un decisivo trend positivo.
  • De’ Longhi. Da valori della sessione di apertura su Piazza Affari del 22 gennaio 2019 di 24.318, è ad oggi su valori più stabili e solo in lieve ribasso di 24.408.
  • Mediaset. Da valori di 2,866 della precedente sessione, registra valori stabili in questa sessione di 2.810.

Su valori più stabili rispetto al precedente confronto di sessioni, il titolo della Salvatore Ferragamo Italia si presenta in questa sessione con range di 17.218.

Ancora in forte ribasso il settore bancario e i suoi principali titoli italiani

Nella sessione odierna, ci preme confrontare anche i risultati emersi nel settore bancario per evidenziare una volatilità dei valori sul profilo grafico ancora presente.

Il titolo Unicredit, ad esempio, registrava nella sessione di ieri dei valori in forte ribasso di 10.4805 e in apertura su Piazza Affari parte con un range ancora in ribasso di 10.2515.

azioni
Prosegue un trend negativo nelle principali azioni del settore bancario e su titoli come Unicredit, Ubi e Intesa

Anche il titolo Ubi è in forte ribasso ad oggi con valori di 2.290, seguito dal titolo di Intesa con valori di 2.004.

E’ utile, confrontare questi e altri titoli bancari con analisi grafiche nel breve termine per valutarne i valori principali e di continuare su questo filone pure nelle prossime sessioni settimanali.

Al momento, infatti, non è presente un buon trend sul fronte bancario e può essere più conveniente optare per altri settori come il forex e le materie prime (e le cui analisi con confronti grafici eseguiremo a breve).

Importanti e interessanti analisi grafiche su settori alternativi come materie prime e forex

Per il settore delle materie prime di questa sessione mattutina, si conferma ancora l’oro tra i migliori asset. Parliamo, al riguardo, di range positivi e stabili di 1286 dollari che ne classificano lo stesso tra le performance più interessanti da analizzare per un investimento online.

Bene anche l’Argento, con trend positivi di 15.412 e il Gas Naturale. Quest’ultimo, in forte rialzo rispetto ai trend settimanali e con range molto interessanti di 3.140 dollari. Tra i migliori asset di questa sessione mattutina del 23 gennaio 2019, anche il petrolio con range di 53.20 dollari.

Altro settore che continua a registrare interessanti dati in questa sessione di confronto, è il forex. Se nella sessione di ieri, Euro e Dollaro erano tra gli asset con valori da osservare con particolare attenzione, anche ad oggi si può considerare una medesima dinamica. Senza contare che in calendario economico sono presenti eventi a bassa e media rilevanza sulle due valute che dovrebbero mantenere abbastanza stabile la situazione grafica sul mercato forex in questa sessione.

plus500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.